Usare uno schermo largo almeno 250 pixel. Se possibile ruotare lo schermo del dispositivo o allargare la finestra.
QUESTIONARIO SU MEDICINA DEL TERRITORIO E ONCOLOGIA


La medicina del territorio è una delle principali scommesse del Servizio Sanitario Nazionale e allo stesso tempo è ancora oggi uno dei suoi talloni d’Achille. È stata la pandemia da Covid-19 a ricordarcelo con drammaticità: mancano personale, luoghi di cura, reti informatiche, collegamento con l’ospedale, equità di accesso all’assistenza e un’adeguata formazione dei professionisti così come del paziente e del caregiver. Oggi su questa scommessa l’Italia con il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) – che dedica un capitolo proprio alla salute - ha finalmente deciso di investire in termini di risorse e progetti.

In questa prospettiva, nell’ambito delle attività del Gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, si è scelto di portare avanti nel 2021 il tema della medicina del territorio, questione cruciale vista l’evoluzione delle patologie oncologiche verso una crescente cronicizzazione.

Partiamo con un’indagine riservata ai pazienti oncologici e onco-ematologici e alle Associazioni pazienti a cui chiediamo il loro prezioso contributo su tre aspetti che insieme possono “fare la differenza” nell’implementazione delle cure sul territorio: telemedicina, accessibilità alle terapie, supporto e formazione del caregiver.

Le indicazioni che emergeranno dal questionario saranno sottoposte alle Istituzioni, al fine di tradurle in realtà nei progetti attuativi che da qui ai prossimi anni modernizzeranno il Servizio Sanitario Nazionale.


NOTA: Il questionario è corredato di un glossario: passando con il mouse o tenendo premuto il testo sottolineato sullo smartphone compare una spiegazione. Si può fare una prova con la riga seguente
Passi il mouse qui o clicchi qui per vedere un esempio di spiegazione